Bagagli a mano misura Ryanair

Si avvicina a grandi passi il periodo 'caldo' delle vacanze, introdotto dai ponti primaverili, durante i quali si programmano viaggi di breve durata come 'aperitivo' per le vacanze estive più consistenti. Inevitabilmente si presenta anche il capitolo bagagli, in particolare per coloro che sono soliti viaggiare con le compagnie low-cost.

Come sappiamo i viaggi low-cost sono molto convenienti, a patto di non superare gli stretti vincoli imposti per il trasporto in cabina dei bagagli a mano. Ryanair, in particolare, come molti di noi avranno sperimentato sulla propria pelle, è inflessibile per quanto riguarda queste norme, e se il bagaglio non rispetta i requisiti richiesti siamo costretti a pagare sovrapprezzi molto salati, che annullano da soli tutti gli altri benefici economici relativi al low-cost.

Per non sbagliare - e per non rischiare la tassa aggiuntiva - indichiamo di seguito le misure prescritte. Il bagaglio a mano non deve superare i 55 cm di altezza, i 40 di larghezza e i 20 di profondità. Le dimensioni vanno misurate preferibilmente prima di iniziare a fare la valigia, così da evitare un lavoro inutile. Se il nostro bagaglio a mano non rispetta i requisiti, è inutile proseguire e ci conviene procurarci un trolley o una valigia a norma di regolamento.

Per quel che riguarda il peso, il limite consentito è di 10 kg. Potete fare una prova anche su una semplice bilancia pesapersone per uso domestico. Se il peso è superiore a quello prescritto, non vi resta che rinunciare a qualcosa, oppure a tresferire gli oggetti o i capi di vestiario in eccesso nella valigia che viene trasportata nella stiva. Per quest'ultima Ryanair impone un peso massimo di 15 o 20 kg - a seconda delle situaizoni - e per ogni chilo rilevato in eccesso c'è un sovrapprezzo di ben 20 €!