La chiusura TSA rappresenta un lucchetto specifico per i bagagli, obbligatorio per i viaggiatori che si recano negli Stati Uniti. Questa speciale serratura consente di impostare un codice come se fosse una cassaforte, ma presenta anche un passepartout che consente l'apertura solo agli agenti di sicurezza americani presenti negli aeroporti, che hanno l'obbligo per legge di verificare il controllo del contenuto di alcuni bagagli tutte le volte che lo ritengano necessario. Il lucchetto TSA quindi, consente l'apertura della valigia solo al proprietario e al Dipartimento di Sicurezza Americano per ragioni di sicurezza nazionale.


Chiusura TSA

 

Un po' di chiarezza: cosa vuol dire TSA? 

Quando si parla di "Chiusura T.S.A." si fa riferimento all'abbreviazione di "Transportation Security Administration", ossia quella parte dell'Agenzia Americana che contraddistingue il Dipartimento di Sicurezza Interna. Questo settore è nato recentemente, nel 2001, in seguito agli attentati dell'11 settembre in America, che hanno visto cambiare le politiche relative ai controlli negli aeroporti e quindi le norme per chi viaggia negli States.

In seguito ad una maggiore rigidità nei controlli, il Dipartimento di Sicurezza Interna Americana poteva aprire i bagagli di alcuni passeggeri, quando ritenevano che ci fossero le condizioni per poterlo fare ed erano autorizzati per legge a farlo. Questo procedimento (prima dell'introduzione del lucchetto TSA), ebbe come conseguenza un significativo danno economico per diversi passeggeri, poiché la serratura dei bagagli spesso veniva forzata dagli agenti. 

Le lamentele da parte di turisti e viaggiatori furono moltissime, poiché il controllo comportava una vera e propria rottura del sistema di sicurezza del bagaglio, danneggiandolo e rendendolo inutilizzabile, quindi creando un danno economico. Più che una ragione legata alla privacy, si tratta più di ragioni legate alla salvaguardia dei propri oggetti personali. In seguito alle proteste, nacque così il lucchetto TSA.

Chiusura TSA: obbligatoria?

Partiamo con una premessa: per scelta chiunque può decidere di imbarcare la sua valigia chiusa semplicemente dalle cerniere e senza lucchetti aggiuntivi. Questo però, comporta un'alta probabilità di furto e l'eventuale assicurazione stipulata non risponde assolutamente ad un'eventualità del genere. Ecco perché è sempre consigliabile munirsi di un lucchetto.
Nello specifico, un lucchetto TSA è fondamentale per viaggiare negli Stati Uniti ma si presta bene per qualsiasi tipo di viaggio. La sua utilità è data dal fatto che il codice di apertura e chiusura, lo può conoscere solo ed esclusivamente il proprietario del bagaglio. Gli agenti di sicurezza americani infatti, non dovranno assolutamente conoscere la combinazione numerica per aprire il lucchetto TSA, ma utilizzeranno un loro passepartout, utile per aprire qualsiasi lucchetto TSA. 

Una sicurezza nella sicurezza

I lucchetti TSA sono dotati di due componenti: la striscia per l'inserimento della combinazione dei numeri con cui personalizzare l'apertura e la chiusura del lucchetto e di un foro, dentro il quale può passare la speciale "chiave universale" che posseggono solo gli agenti di sicurezza americani autorizzati al controllo dei bagagli. Nessuno infatti oltre loro possiede quel passepartout, inoltre il lucchetto è stato creato con le massime norme di sicurezza e una sua forzatura è pressoché impossibile.

 
Lucchetto TSA


Come sapere se il bagaglio è stato controllato?

Quando gli agenti di sicurezza effettuano un controllo sul bagaglio, lasciano sempre nella valigia (e lo devono fare obbligatoriamente per legge), un tagliando che attesti l'avvenuto controllo da parte delle autorità. Questa notifica sarà solo a scopo conoscitivo, il lucchetto TSA rimarrà infatti integro e la sua combinazione numerica non sarà assolutamente compromessa.

Come si imposta e si utilizza il lucchetto TSA

Nel momento dell'acquisto il lucchetto TSA è consegnato aperto. I numeri che appaiono rappresentano un codice equivalente per tutti i nuovi dispositivi, ossia tre zeri: 000. Sono sempre composti da tre numeri o quattro. Per impostare il proprio "pin" cioè la propria combinazione, occorre tenere premuto il pulsantino che consente di far roteare i numerini, quindi si procede a inserire il proprio codice, esempio: 1, 2, 3. Si girano le rotelline spingendole verso l'alto o verso il basso a seconda del numero cercato, partendo dalla prima, trovando il numero 1. Si procede per la rotellina centrale, impostando il numero 2. Infine si trova l'ultimo numero che è il 3. Una volta impostata la propria sequenza numerica, ecco che il proprio lucchetto TSA è pronto e sicuro. 
E' importante dire però che ogni lucchetto è diverso dagli altri. E' importante perciò attenersi alle istruzioni fornite con il prodotto.

È consigliabile che il proprio codice venga poi segnato a parte, su un post it o nella propria agenda personale, e che venga messo in un luogo sicuro. Questo per favorire, in caso di dimenticanza, di avere un luogo protetto in cui andare a recuperare il codice impostato del lucchetto. 

Come sapere se si possiede un lucchetto TSA

In ogni lucchetto TSA c'è la scritta "TSA" ed è presente il codice identificativo, oltre al logo riconoscibile in un rombo dai contorni rossi. La maggior parte dei bagagli venduti attualmente sul mercato hanno questo sistema di chiusura integrato, ma se così non fosse si può procedere all'acquisto di un lucchetto a parte da inserire all'interno della propria valigia.

Il costo e dove acquistarlo

Il prezzo per un lucchetto TSA è piuttosto accessibile. Si parla di una cifra che può variare da 6 euro fino ad un massimo di 20 euro circa. Si può trovare in tutti gli aeroporti e nei negozi specializzati.

In conclusione, il lucchetto TSA rappresenta una sicurezza. Grazie a questo sistema di chiusura riconosciuto a livello internazionale è possibile viaggiare con la certezza di salvaguardare i propri effetti personali. Per chi viaggia verso gli Stati Uniti, questo dispositivo è obbligatorio per evitare che il bagaglio venga distrutto dagli agenti nel tentativo di effettuare i controlli riguardanti la sicurezza nazionale. Dotarsi di un lucchetto TSA, rappresenta quindi una sicurezza significativa per i viaggiatori.